Categoria Blog
14 Giugno 2019,
 0

Anno 2019: trasformare la vasca da bagno in box doccia è diventato un must. Sono sempre di più, intfatti, gli utenti che cercano su Google ‘trasformare la vasca in doccia‘, ‘cambio vasca in doccia‘, ‘da vasca a doccia‘.

A parte l’ironia, il cambio vasca in doccia è una necessità per molti. Le case, infatti, sono spesso molto piccole e c’è bisogno in ambienti non grandi di guadagnare spazio per avere una migliore facilità di movimento.

Installare una cabina doccia al posto della vasca da bagno può essere una delle soluzioni da valutare. Più accessibile a livello economico di una ristrutturazione completa del bagno, può essere anche soggetta in alcuni casi a detrazioni fiscali.

Trasformare la vasca da bagno in box doccia

Trasformare la vasca da bagno in box doccia presenta notevoli vantaggi. Sono più i pro che i contro.

In primis, il box doccia è molto più pratico e sicuro rispetto alla vasca da bagno e si adatta alle esigenze di tutti. Se in casa ci sono degli anziani, in questo modo essi potranno entrare e uscire dal bagno con più serenità e provvedere in autonomia alla loro igiene personale.

Inoltre, trasformare la vasca in doccia aiuta a contenere i consumi di acqua e, di conseguenza, ad avere dei costi in bolletta molto più accettabili. Per non parlare, poi, del lato estetico: l’installazione di una cabina doccia può soddisfare anche il gusto e le esigenze di ogni tipo di cliente.

Tipologie di box doccia

Esistono, infatti, svariati modelli di box doccia: alti, bassi, ampi piatti a pavimento e attrezzati con idromassaggio, soffioni a cascata e altri accessori che garantiscono il massimo comfort. Per questo in molti preferiscono la doccia alla vasca da bagno, ma negli appartamenti più datati si trova spesso, poiché una volta le stanze da bagno erano tutte progettate con la vasca.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *