15 Novembre 2021,
 0

Una volta deciso di sostituire la vecchia vasca da bagno con una moderna doccia di design, è opportuno anche seguire il metodo migliore su come pulire la cabina doccia senza rischiare di rovinarla.

“Proprio per venire incontro alle esigenze di chi chiede al nostro staff di montatori come pulire il box doccia – spiega un referente della Tecnobad Sud, azienda leader nel centro-sud Italia nella trasformazione della vasca in doccia –  abbiamo intenzione di fornire tutte le specifiche necessarie per farlo nel modo corretto, comprese le indicazioni su quali prodotti utilizzare”.

La doccia non è difficile da pulire e rendere brillante anche dopo anni, ma ovviamente servono gli accorgimenti giusti e l’utilizzo di prodotti (sia spugne sia detersivi) adatti. Vediamo dunque quali sono gli accorgimenti da avere quando ci si accinge a pulire il box doccia.

Come pulire la cabina doccia

Per pulire la cabina doccia in maniera efficace è bene servirsi di prodotti e tecniche adatte al materiale con cui il box è realizzato.

Box doccia in cristallo

Per pulire il box doccia in cristallo, il metodo più efficace è utilizzare l’aceto, noto per le sue proprietà disincrostanti e igienizzanti, con il bicarbonato di sodio per la sua efficacia sbiancante.

Utile è anche uno spray a base di ammoniaca per eliminare gli aloni dal cristallo.

Box doccia in plastica

Per pulire il box doccia in plastica si può utilizzare una soluzione ben diluita di acqua e aceto così da eliminare il calcare, mentre per eliminare lo sporco bastano i normali saponi detergenti neutri. Per le parti in plastica trasparenti è buona norma non utilizzare alcool che potrebbe opacizzare le superfici.

Il metodo della nonna

Il metodo della nonna, ma sempre vincente, è di ripassare i vetri con la carta di giornale così da asciugare completamente il box e prevenire la formazione del calcare.

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.