13 Novembre 2020,
 0

Il cambio vasca con un box doccia è un intervento conveniente e duraturo, soprattutto quando si vuole guadagnare spazio in bagno o dare una nuova forma all’ambiente senza però dover ristrutturare il tutto.

In maniera simpatica, si potrebbe affermare che ‘una doccia è per sempre‘ ed è vero perché nel momento in cui si passa dalla vasca alla doccia di colgono solo i pro di questo intervento che a fronte di un investimento economico iniziale consente di ammortizzare la spesa nel tempo.

Ma quali sono questi pro che derivano dal cambio vasca con box doccia?

cambio vasca con box doccia

Abbiamo già parlato del primo vantaggio che deriva dal trasformare la vasca in box doccia, ovvero guadagnare spazio nell’ambiente e dargli una forma del tutto rinnovata, pur non avendo fatto chissà quale modifica. Lo spazio ricavato potrà essere utile, ad esempio, per installare una lavatrice oppure inserire un mobiletto per conservare tutti gli accessori personali o semplicemente potrà essere lasciato vuoto per rendere più facili i movimenti.

Ma il cambio vasca con box doccia prevede altri vantaggi, come ad esempio il risparmio. Si, perché l’acqua impiegata per farsi una doccia è nettamente inferiore a quella impiegata per farsi un bagno: ciò significa che potranno essere evitati gli sprechi, salvaguardando così l’ambiente circostante.

Il mancato sperpero di acqua si tramuterà anche in un risparmio in bolletta. Infatti, la diminuzione dei consumi consentirà di ricevere delle richieste di pagamento più basse dall’ente competente: un pro non indifferente.

E per quanto riguarda la pulizia?

cambio vasca in doccia: pulizia

Il passaggio da vasca a doccia va a toccare un aspetto importante come l’igiene che in questo periodo è diventato particolarmente importante. La vasca da bagno, infatti, è molto più complessa da pulire e sanificare rispetto al piatto doccia, più semplice e rapido da detergere.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.