8 Febbraio 2022,
 0

Doccia e covid, ne abbiamo già parlato in precedenti articoli, ma poiché il tema è ancora molto attuale abbiamo deciso di dedicare un altro post all’argomento.

In questo momento storico in cui parole come sanificazione e igienizzante sono entrate a far parte del linguaggio quotidiano, è diventato sempre più importante pulire bene in casa, soprattutto la stanza da bagno, la camera più intima per antonomasia.

Questa necessità ha portato negli ultimi mesi ad un aumento delle richieste di trasformazione vasca in doccia in quanto la doccia risulta essere molto più veloce da pulire rispetto alla vasca e più igienica. Questo è quanto emerge da un’indagine effettuata dallo staff di Tecnobad Sud sulla base dell’intervista fatta ai Clienti al momento del sopraggiungere della richiesta.

“Per noi ha rappresentato un importante motivo di aumento del lavoro – ha dichiarato un referente dell’azienda laziale specializzata in trasformazione vasca in doccia in 8 ore. Effettivamente, la superficie da pulire è ridotta rispetto alla tradizionale vasca da bagno anche se la cosa importante rimane utilizzare i prodotti giusti.”

Ma quali sono questi prodotti?

Doccia e covid: i prodotti da utilizzare per pulire

Per pulire la doccia e in particolare il piatto doccia, la parte che sta più a contatto con il corpo dell’individuo, e annientare virus e batteri è bene usare prodotti che hanno alla base una percentuale disinfettante alcolica.

L’alcool, infatti, riesce ad ‘uccidere’ un gran numero di virus e batteri che si depositano sulla superficie del box doccia, quindi non solo sul piatto ma anche sulle pareti. Per non compromettere le sue proprietà disinfettanti è opportuno utilizzarlo puro o diluirlo con poca acqua.

Se, invece, siete tipi da prodotti fai da te, il consiglio è utilizzare un composto fatto in casa a base di bicarbonato, aceto bianco e del limone. Sbiancante, disinfettante e anticalcare, il composto sarà efficace per pulire al meglio e combattere non solo con virus e batteri ma anche contro quella brutta bestia che è il calcare.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.